Projektart: Prototipo (funzionalità)

Carattere innovativo: Prova di concetto Descrizione del progetto: Nell'ambito di un progetto è stata sviluppata un'applicazione di Realtà Virtuale (VR) nel DigitalLab del FH Kufstein Tirol, con la quale i visitatori possono sperimentare un volo sul Wilder Kaiser, un'impressionante catena montuosa nella regione di Kufstein. La piattaforma Ikaros offre un'esperienza di volo realistica in cui i visitatori possono guidare il volo spostando il loro peso corporeo e quindi immergersi completamente nella realtà virtuale. Tecnologia/ Metodo: Piattaforma di sviluppo dell'unità, piattaforma di Ikaros Ruolo del laboratorio: ideazione e realizzazione del prototipo; fornitura della piattaforma Ikaros VR
Nel 2016 è avvenuta una collaborazione tra FabLab Cre-ta e Bre-Men Acciai S.p.A., azienda del settore del commercio e della distribuzione di acciaio nonché fornitrice di acciai corredati da certificati di analisi e tagliati su misura con tolleranze ristrette. Motivo della collaborazione è stata la richiesta da parte di Bre-Men Acciai di monitorare da browser, ossia da smartphone e da pc, lo stato dei macchinari. FabLab Cre-ta ed in particolare Luca Marchiorello hanno sviluppato, per soddisfare tale richiesta, un sistema che tramite Wi-Fi comunica al server i dati dei macchinari a tutti gli orari. Dati che appartengono a tre tipologie in base allo stato in cui si trova la macchina: funzionante, ferma e spenta. I dati in questione vengono successivamente riportati su pc o smartphone e possono essere visionati dai dipendenti. I risultati di questa collaborazione sono stati positivi anche se non immediati. Il software è stato implementato per la prima volta da Bre-Men ed ha quindi dovuto affrontare un percorso di evoluzione. Un processo durante il quale sono stati corretti i vari bug che hanno permesso di rendere il software utilizzabile.
Un anno e mezzo fa è avvenuta la collaborazione tra FabLab Vittorio Veneto e Your3D s.r.l. La cooperazione è sorta dopo lo studio della suoletta presente all’interno degli scarponi da sci. Si è infatti notato che per gli sciatori più esperti la posizione migliore del piede all’interno dello scarpone è con la punta più alta del tallone, in questo modo si allevia lo sforzo della muscolatura. È stato chiesto a FabLab Vittorio Veneto di creare dei prototipi di suoletta. Prototipi che sono stati creati mediante la stampa 3D, tecnologia che ha rappresentato un notevole vantaggio. L’applicazione di quest'ultima ha infatti permesso di modificare la consistenza della parte interna della suoletta in modo tale da renderla isolante al freddo. Successivamente FabLab Vittorio Veneto ha creato una linea di produzione di questo prodotto. La cooperazione è risultata positiva, il prodotto è stato sviluppato e viene attualmente venduto in un negozio in Austria.
Carattere innovativo: Prova di concetto Descrizione del progetto: Nel DigitalLab dell'FH Kufstein Tirol studenti e ricercatori sviluppano un'applicazione di Realtà Virtuale (VR) per simulare una gita in slittino attraverso un canale di ghiaccio. I visitatori sono completamente immersi nell'esperienza sportiva con l'aiuto della tecnologia VR. Per sostenere questa immersione, i visitatori si siedono su una slitta reale e controllare la corsa spostando il loro peso corporeo. Un sensore sulla slitta raccoglie questo movimento e lo trasmette all'applicazione VR. L'applicazione è stata ispirata dalla Tyrolean Toboggan Association e potrebbe essere utilizzata in futuro per i test e gli allenamenti nella formazione degli atleti. Tecnologia/ Metodo: Unità della piattaforma di sviluppo Ruolo del laboratorio: progettazione e realizzazione di prototipi; sviluppo della piattaforma hardware
Carattere Innovativo Il responsabile IT dell’azienda GS Industry è entrato in contatto con FabLab CFV partecipando a corsi di formazione sui microcontrollori e sulla prototipazione elettronica rapida. Vista la conoscenza personale che si era instaurata durante il corso e le competenze specifiche di FabLab CFV sulla prototipazione elettronica è emersa spontaneamente l’idea di un monitoraggio puntuale delle fasi di produzione in linea per GS Industry. In prima battuta il progetto è stato pensato in via teorica e come esercizio di stile durante il corso. Dopo le opportune riflessioni interne di GS Industry si è proceduto con uno studio di fattibilità e l’incarico a FabLab CFV per l’esecuzione di una prima fase del lavoro. Il secondo carattere di innovazione per il progetto risiede nell’uso di schede elettroniche per la prototipazione per implementare un sistema di monitoraggio non invasivo, ovvero che non va ad intaccare l’impianto elettrico o i sistemi di controllo dei macchinari. L’azienda ha schedulato due fasi di implementazione: una prima fase che prevede l’utilizzo di solo materiale per la prototipazione per il monitoraggio e l’invio dei dati al gestionale. Dopo un congruo periodo di testing l’azienda chiederà a FabLab CFV di sviluppare il numero necessario di schede elettroniche ottimizzate per le funzioni richieste per integrarle nel sistema di monitoraggio al posto delle schede per la prototipazione. Il duplice passaggio permette di modificare anche in fase di implementazione caratteristiche salienti del sistema contenendo i costi e con una efficacie facilità di intervento. Descrizione L’azienda, che produce scaffalature in metallo per la logistica, è dotata di linee di produzione per la lavorazione dell’acciaio. In una vision di lean production si era rivelata la necessità di tracciare il tempo lavoro macchina per la quantificazione precisa del tempo di produzione di un articolo e di conseguenza i tempi necessaria chiudere una commessa. Inoltre al tempo X di produzione si aspirava ad avere un alert per il magazzino di modo che al termine del ciclo produttivo il carrellista fosse già in posizione a termine linea per prelevare il pezzo e trasportarlo in magazzino. Le linee e i macchinari di produzione, pilotati da PLC, sono già dotati di sensoristica a bordo; la presenza massiva di metallo non permette di dotare il locale della produzione di rete wifi. Tecnologie e metodi Si è scelto di interfacciarsi in parallelo ai PLC montati sulle linee di produzione, per elaborare e trasmettere i dati rilevati al gestionale. In tal modo, ogni nodo comunica in real time la lavorazione e il passaggio del pezzo in macchina al gestionale. Questo sistema non influisce in nessun modo sull’impianto elettrico dei macchinari e non necessita di interazioni da parte del personale essendo completamente automatizzato. E’ stato quindi adottato il protocollo di trasmissione dati LORA (protocollo radio a lunga distanza) che esclude il problema della copertura e quindi della trasmissione dati via wifi e comunica con un gateway che raccoglie i dati di tutti i nodi e li ritrasmette al gestionale. Lo stesso gestionale invia un alert al reparto magazzino a determinate fasi di lavorazione per avviare le procedure di prelievo della produzione e dello stoccaggio a magazzino. Ruolo svolto dal laboratorio FabLab CFV ha accompagnato l’azienda nel percorso di riflessione che necessariamente sta a monte della scelta di dotarsi di un sistema di monitoraggio della produzione. L’azienda mira a ottimizzare il proprio ciclo produttivo eliminando gli sprechi e producendo in “tac time” come insegna la metodologia lean production. In questo percorso FabLab CFV ha fatto da partner tecnologico per le soluzioni hardware, elettroniche e di trasmissione dati in una realtà produttiva con macchinari certo non datati ma altresì privi si sistemi di monitoraggio e controllo remoto. Per questi è assolutamente necessario un monitoraggio esterno e customizzato sia del macchinario che della linea di produzione su cui esso è inserito. Si tratta quindi di prodotti altamente personalizzati che allo stesso tempo debbono avere caratteristiche di economicità e scalabilità. Siamo ora in attesa di entrare nelle seconda fase e sostituire le schede per la prototipazione con PCB ingegnerizzate e che rispondano pienamente alle normative in vigore.
Carattere innovativo: Progetto di ricerca software (open source) Descrizione: Trova il giusto orientamento per una stampa 3D ottimale: L' efficienza della stampa 3D Fused Deposition Modeling (FDM) dipende dall' orientamento dell' oggetto sulla piattaforma di stampa. Il Tweaker è un modulo software /Python che trova l' orientamento ottimale per la stampa 3D di un oggetto. Il Tweaker può essere visto come un allineatore di oggetti 3D automatico a cui si può accedere sia via software che via web, consentendo la catena di processo virtuale tra progettazione, ordine e produzione. Questo articolo spiega come funziona il tweaker. La stampa 3D è un processo di produzione generico che è già parte integrante dell' industria e della ricerca. Una condizione essenziale per il successo dell' integrazione delle stampanti 3D è la connessione tra il piano del modello, che descrive digitalmente un oggetto, e il piano fisico, che "materializza" tale piano. In questo modo, l' oggetto della stampa 3D viene posizionato in modo efficiente e preciso e si evitano errori di stampa. Tecnologia/ Metodo usato:  coding language phyton; 3D tool e.g. CURA Info: https://www.salzburgresearch.at/blog/3d-print-positioning Contatto Christoph Schranz Salzburg Research Forschungsgesellschaft mbH +43/662/2288-408 christoph.schranz@salzburgresearch.at  
Carattere innovativo: dal prototipo al prodotto pronto per la produzione Descrizione: NeverLose è un nuovo sistema intelligente di sicurezza e localizzazione per le attrezzature sportive smarrite o rubate. Attraverso un dispositivo GPS, che può essere nascosto alla vista su una bicicletta o uno sci, la bicicletta può essere recuperata in caso di furto. L' apparecchio può essere utilizzato anche per il recupero di sci in neve profonda - tramite allarmi innescati. Descrizione del prodotto: https://powunity.com/produkte/neverlose Tecnologia e metodi: tecnologia GPS; IBluetooth Smart 4.1 come connessione standard tra l' app e il dispositivo di allarme. Ruolo del laboratorio coinvolto: Il Rapid Innovation Center (Werkstätte Wattens) ha sostenuto la prototipazione (in laboratorio) e ha prodotto un piccola produzione in serie. Nel frattempo, è stata costituita una nuova impresa per la costituzione.  Informazioni sulla società: PowUnity GmbH, Austria, https://powunity.com. (Fondata 2015) https://vimeo.com/119252944
Carattere innovativo: sviluppo di nuovi prodotti Descrizione: PopLab ha collaborato con San Marco Terreal per innovare un prodotto esistente in terracotta che incorpora nuove caratteristiche con un multi-beneficio. Il progetto PAt Parametric Terracotta combina strumenti parametrici digitali con l' argilla di terracotta, un materiale da costruzione ampiamente utilizzato ed efficiente. Nell' ambito di questa collaborazione, è stato possibile progettare i mattoni e le superfici in modo che potessero essere utilizzati per qualsiasi superficie della casa (tetto, parete, interno). Le onde geometriche non sono solo un design estetico, ma hanno anche un valore aggiunto. Se le superfici sono posizionate all' esterno della casa, il materiale mantiene la casa fresca durante i mesi estivi, in quanto le onde creano ulteriore ombra. In inverno, invece, offrono una superficie più ampia che permette di "riscaldare"la casa. Tecnologia/metodo utilizzato: Ruolo del laboratorio coinvolto: sviluppo progettuale, consulenza sui materiali Video: Il video mostra come vengono creati i prodotti Parametric Terrcotta. Parametric Terracotta / PoPLab + San Marco Terreal from Alberto Gambato on Vimeo.